Ninguno pedirà un parking

Installazione fotografica site-specific, disegni di bambini – 2015

Ninguno pedirá un parking (nessuno chiederà un parcheggio) è un’installazione site-specific realizzata a Valencia all’interno di uno spazio urbano inutilizzato. Un “terzo paesaggio” frequentato dai cani di un quartiere, caratterizzato da palazzi di otto-dieci piani.

Il progetto è stato pensato per essere esposto in una collettiva fotografica avente per tema lo spazio urbano.

L’idea è quella di far reinterpretare ad alcuni bambini di età compresa tra i 3 e i 4 anni, scevri da preconcetti e ricchi di fantasia, uno spazio inutilizzato come quello di un parcheggio.

Ad ogni bambino sono stati dati un foglio bianco e un pennarello nero e gli è stato chiesto di disegnare ciò che avrebbe voluto vedere in quello spazio. Tutti i disegni sono poi stati ritagliati, incorniciati, collocati uno alla volta fisicamente nello spazio e infine fotografati.

I progetti  sono stati realizzati all’interno di un workshop in collaborazione  con la scuola dell’infanzia Ceip Max Aub di Valencia.

 

Una pagina web raccoglie le immagini dei piccoli lavori installati.